Un piccolo diario che ha come filo conduttore il mio amore per la montagna e per i viaggi in genere... ma anche pensieri e riflessioni su quello che mi circonda perché il vero esploratore è colui che non ha paura di spogliarsi delle ipocrisie e aprirsi all'ignoto.

venerdì 20 febbraio 2009

Una notte in montagna


L'anno passato è ricorso il centocinquantennale della nascita di Julius Kugy, pioniere e poeta delle Alpi Orientali e delle Giulie in particolare.
Leggendo questo suo passo dalle suggestive evocazioni, la mente vola lontano, si libra oltre il tempo e lo spazio per perdersi nel magnifico labirinto delle brumose valli che escono dalle tenebre della notte per aprirsi alla luce del nuovo giorno.

Strapiombi di rocce sopra di me e, in una luce fantastica, l'orlo stranamente roso della muraglia di neve, e in alto sopra la fenditura, con sempre mutevoli costellazioni, gli astri migranti.... 

ombre cadenti, da lontano lo scroscio delle acque e, tutt'intorno, l'infinito silenzio.
Così passa la notte montana in un sogno di bellezza.
L'hai guardata mai, riposando nel cuore della montagna, in tutta la sua magnificenza? Sai che cosa può rivelarti, lassù, nel mistero delle altitudini e del tempo, dal tramonto al sorgere del sole che ti riempie di segni e miracoli?
Credi a me, siffatte notti non si dimenticano. Ne si dimenticano gli uomini che ci stanno al fianco.
La mia gente dorme. Nella valle si spengono le piccole luci, una dopo l'altra. La notte passa nel cielo profondo. 
Riposa, anima mia. Ci sono stati disinganni, delusioni e tu ne hai sofferto? Qualcosa ha tradito le tue speranze e i tuoi desideri? Non scorgi nessuna stella nel tuo cielo, nessuna luce che ti illumini? Cerca di pazientare, dimentica! 
Tu guardi nel buio della notte e pensi, con affanno e apprensione, a quanti enigmi di vita, di dolore, di morte sono sospesi nella sua ombra indecifrabile.
Ma presto il sole nascente manderà il suo segnale  infuocato per monti e valli e tutte le ansie e i fantasmi della notte scompariranno senza lasciar traccia  nella gioia del nuovo giorno. Anche per te, anima mia, splenderà un luminoso messaggio, anche per te un lieto risveglio  annuncerà una giornata migliore.

Spera e abbi fiducia. 
                                                    Julius Kugy

2 commenti:

Anonimo ha detto...

posso chiedere? Quel paese in foto esiste? E' bellissimo e molto romantico.Mi puoi dire dove si trova?Grazie.

Trekker ha detto...

Certo che esiste. E' il borgo che circonda il Santuario del Monte Lussari. Ho scritto un post su questo bellissimo luogo e lo puoi trovare a questo indirizzo:
http://montagneluminose.blogspot.com/2008/06/il-monte-lussari.html
Se hai bisogno di ulteriori informazioni fammi sapere.