Un piccolo diario che ha come filo conduttore il mio amore per la montagna e per i viaggi in genere... ma anche pensieri e riflessioni su quello che mi circonda perché il vero esploratore è colui che non ha paura di spogliarsi delle ipocrisie e aprirsi all'ignoto.

sabato 22 agosto 2009

Ludwig II di Baviera

Non c'è stato al mondo nessun sovrano che abbia consegnato ai posteri una quantità tale di castelli che ancora oggi destano sconcerto e meraviglia.
Ludovico nasce il 25 agosto 1845 nel castello di Nymphenburg
vicino Monaco quale primogenito del Principe ereditario, Massimiliano, figlio di Ludovico I di Baviera, e della sua consorte la Principessa Maria di Prussia.
Il 10 marzo del 1864 Massimiliano II muore inaspettatamente dopo una breve malattia; il nostro Principe sale al trono con il nome di Ludovico II di Baviera.
Nello stesso anno, il 4 maggio, avviene il primo incontro con Richar Wagner, nella residenza di Monaco. Questo episodio caratterizzò fortemente gli anni a venire dei due illustri personaggi. Wagner proveniva da una serie di tracolli finanziari quando, il 3 maggio, il segretario del re di Baviera si presentò chiedendo di parlare con Wagner. Questi, credendosi ricercato dalla polizia, fece rispondere di non essere in casa. L'indomani mattina, il misterioso personaggio raggiunse il compositore in albergo, dove gli consegnò un anello e una foto del giovane re. La scintilla era scoccata: Ludwig, follemente innamorato, lo chiamava a corte. Le grandiose opere di Wagner ispireranno il sovrano nella realizzazione di tutti i suoi castelli e residenze.
Il 22 gennaio 1867 Ludwig si fidanza con la Principessa Sophie, Duchessa di Baviera e sorella dell'Imperatrice Elisabetta d'Austria (Sissi) ma, pochi mesi dopo, annuncia lo scioglimento dello stesso.
Nel 1868 si cominciano a progettare i primi piani del castello di Neuschwanstein
e di un castello riproducente quello di Versailles.
L'anno successivo iniziano i lavori di costruzione del castello di Neuschwanstein e della Casa Reale sull'Alpe di Schachen, vicino Garmisch,
e si concludono quelli dell'appartamento reale nella Residenza di Monaco.
Nel 1872, il sovrano fa costruire il teatro di Richard Wagner a Bayreuth.
L'anno seguente acquista l'isola di Herrenchiemsee.
Nel biennio 1874/75 compie alcuni viaggi in Francia a Parigi, Versailles, Fontainebleau e Reims, luogo di incoronazione dei re francesi. In queste occasioni matura in Ludwig l'idea definitiva della costruzione della reggia di Herrenchiemsee i cui lavori iniziano nel 1878.
Nello stesso anno terminano i lavori del delizioso castello di Linderhof.
Nel 1883 muore a Venezia l'amico Richard Wagner.
Nel 1884 parte la progettazione di un ennesimo castello sul Falkennstein (Sasso del Falco) nell'Algovia.
A questo punto era chiara la sua propensione a dedicarsi ai sogni più che alla realtà, rinforzata dai disastrosi errori di governo attuati durante gli eventi che portarono all'unificazione della Germania con la Baviera, e che spianarono la strada per l'avanzata della Prussia.
Nel 1886, il Governo della Baviera, profondamente preoccupato per la negligenza che Re Ludwig mostrava per gli affari di stato, per lo sperpero delle risorse reali e per il comportamento eccentrico, decise di agire. Il 9 giugno una perizia medica dichiara il sovrano malato di mente. Il giorno successivo il Principe Luitpold di Baviera assume la reggenza. Il 12 giugno Ludovico II viene sopraffatto a Neuschwanstein e internato al castello di Berg. Il giorno successivo il Re fu trovato morto annegato nel lago di Starnber insieme allo psichiatra Dr. Bernhard von Gudden. A tutt'oggi le ragioni della sua morte rimangono un mistero.
Quel che resta dei suoi sogni punteggia, come una manciata di diamanti su un bigliardo, la Baviera e forma uno dei percorsi turistico/culturali più gettonati dell'intera vecchia Europa.

2 commenti:

benvenuta ha detto...

Bel ritratto. Commuove.

Trekker ha detto...

In effetti si tratta di un personaggio di grande interesse.
Buona domenica.