Un piccolo diario che ha come filo conduttore il mio amore per la montagna e per i viaggi in genere... ma anche pensieri e riflessioni su quello che mi circonda perché il vero esploratore è colui che non ha paura di spogliarsi delle ipocrisie e aprirsi all'ignoto.

mercoledì 8 aprile 2009

Lentamente muore

Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine, 
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle che fanno brillare gli occhi, 
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso, 
quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.
Lentamente muore chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica, 
chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, 
chi non si lascia aiutare; 
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.
Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, 
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi, 
ricordando sempre che essere vivo 
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.

                                              Martha Medeiros

5 commenti:

Anonimo ha detto...

TI AUGURO TEMPO


Non ti auguro un dono qualsiasi,

ti auguro soltanto quello che i più non hanno

ti auguro tempo, per divertirti e per ridere;

Ti auguro tempo, per il tuo Fare e il tuo Pensare,

non solo per te stesso,

ma anche per donarlo agli altri.

Ti auguro tempo, non per affrettarti e correre,

ma tempo per essere contento.

Ti auguro tempo, non soltanto per trascorrerlo,

ti auguro tempo, perchè te ne resti:

tempo per stupirti e tempo per fidarti

e non soltanto per guardare sull'orologio

ti auguro tempo per guardare le stelle



Ti auguro tempo,

per sperare nuovamente e per amare.



Ti auguro tempo
per vivere ogni tuo giorno, ogni tua ora, come un dono.

Ti auguro tempo anche per perdonare.

Ti auguro di avere tempo, tempo per la vita.



(Elli Michler)

Trekker ha detto...

Caro amico anonimo, mi spiace non sapere che sei ma grazie per l'augurio... posso solo dirti che, fortunatamente riesco a ritagliarmi il tempo per pensare e per divertirmi, per fare e per pensare per me stesso per gli altri. Non mi affretto a correre se non è indispensabile... quanto all'essere contento, questo non sempre dipende da me. Ho ancora la capacità di stupirmi e quella di fidarmi fino a prova contraria. Le stelle sono uno dei miei spettacoli preferiti. Amo tutti giorni quello che faccio e le persone che sono in sintonia con me; vivo ogni mio giorno come fosse l'ultimo e come se non dovesse finire mai. In quanto al perdono dipende dal torto e da chi mi sta di fronte. Il tempo per la vita non mi manca.
... ma noi ci conosciamo vero?
Un caro saluto.

Anonimo ha detto...

Un caro saluto a te e buona serata.

Sciretti Alberto ha detto...

Ho letto "ti auguro Tempo" un po' frettolosamente perchè non avevo tempo da perdere. Ogni frase guardavo l'orologio e mi dicevo "Alberto, presto che è tardi".
Improvvisamente quando ho letto la frase che dice "ti auguro tempo, perchè te ne resti.." improvvisamente ho tolto le mani dalla tastiera..
Ma siamo sicuri che sia un augurio di felicità?

Trekker ma ci sono tue foto da qualche parte, magari mentre operi con il tuo team? Insomma sei dall'altra parte del mondo e non pubblichi foto..mah insomma !! ;)))
Alberto

Trekker ha detto...

Alberto,
credo che augurare del tempo a qualcuno sia la cosa migliore che si possa fare purché questo tempo sia impiegato anche solo per pensare e non per stordirsi con stupidaggini e paradisi artificiali. Anni fa il sindaco di Gorazdevac (enclave serba in Kosovo) mi ha consegnato un attestato di amicizia in cui scriveva che mi apprezzava per il tempo che ho dedicato a lui e al suo villaggio. Non ricordo bene la parole in quanto ho il documento a casa ma credo ci farò un post. Ma come vedi, il tempo è la cosa più preziosa che abbiamo insieme alla salute.
Per quanto riguarda le mie foto.. ce ne sono alcune pubblicate da quotidiani e settimanali ed altre sono in via di pubblicazione ma, come ha detto Valeria (una mia amica giornalista), sono il più riservato operatore nel mio settore che lei conosca.
Un caro saluto e grazie per essere passato di qua.