Un piccolo diario che ha come filo conduttore il mio amore per la montagna e per i viaggi in genere... ma anche pensieri e riflessioni su quello che mi circonda perché il vero esploratore è colui che non ha paura di spogliarsi delle ipocrisie e aprirsi all'ignoto.

venerdì 3 aprile 2009

Le persone inutili

Quante volte vi è capitato di incrociare nella vita persone la cui posizione, nell'armonia costituita delle cose, è del tutto incomprensibile?
Parlo di quelle persone la cui presenza risulta, di fatto, ininfluente nel corso della storia; non parlo della storia con la S maiuscola ma di quella di tutti i giorni, quella fatta con la tenacia della gente comune, con l'umiltà di chi sa stare al proprio posto, con l'intelligenza di capire le situazioni, con la dolcezza di un sorriso che non chiede niente in cambio.
Il difficile mestiere della vita forgia la personalità dei singoli dandogli un carattere ed un'anima; ma a volte il vivere quotidiano non insegna nulla a chi non ha cuore per aprirsi al mondo, a chi crede che la speranza sia una cosa che si acquista on-line dopo aver digitato la parola "eccomi" su un motore di ricerca in internet.
E intanto il tempo passa e i cuori si inaridiscono e risulta sempre più difficile tornare sui propri passi... le occasioni si perdono illudendosi che potranno ripresentarsi il giorno successivo ma il giorno dopo non è mai come ce lo siamo immaginati la sera precedente.
In un mondo i cui riferimenti sono dettati da personaggi di dubbia moralità e dove gli esempi da seguire sono i "tronisti" e le "sgallettate" che animano in maniera volgare i media nazionali, mi rendo conto che è difficile percorrere la propria strada senza sbandamenti e condizionamenti... no, ho sbagliato, non è difficile... è solo più comodo spegnere il cervello e far si che altri pensino per una massa di gente che giorno dopo giorno va ad aumentare le fila delle persone inutili.
Non ho ricette da suggerire per questo stato di torpore che noto in molte persone e non ci provo neanche... cercare di agire sulla psiche umana degli altri è cosa improba... è solo che questa sera facevo queste riflessioni e avevo voglia di metterle sul blog.
Un caro saluto a tutti.

7 commenti:

Wulfenia ha detto...

e questo post invece mi fa riflettere......è sempre più difficile non farsi trascinare sott'acqua da quegli pseudo-valori di cui la nostra vita risulta essere impregnata.....

Sax ha detto...

Mentre un tragico evento naturale dilaniava L'Aquila ed i paesi limitrofi qui, seppur parzialmente informati delle gravita' della situazione in costante evoluzione, le attivita' erano concentrate sull'imminente svolgimento di un paio di cerimonie. Abbiamo avuto l'occasione di rallentare un attimo e meditare. L'abbiamo persa. Raramente mi sono sentito cosi' inutile ed inadeguato.

Trekker ha detto...

Sax,
non era questo il senso di questo post ma sono d'accordo con te; non siamo più capaci di fermarci a pensare.
Buona notte.

Anonimo ha detto...

Spessissime volte alcune situazioni o spiacevoli eventi ci portano a pensare che determinate persone siano inutili.. Io credo che non esistano persone o eventi inutili.
E' più probabile che siamo noi a non capire la loro funzione nella nostra vita in quel momento. A volte, solo il passare del tempo riesce a portarci quella comprensione profonda che è difficile raggiungere quando si è dentro, nel vivo di un'esperienza.
Beh.. posso soltanto dirvi che il dono più grande della vita è la vita stessa e che nessuno è inutile in questo mondo!

Trekker ha detto...

Caro amico anonimo, consentimi di dissentire.
Ognuno vive le sue esperienze e fa i conti con la propria coscienza.
Per quello che è lil mio ruolo in questa vita, non ho conosciuto categorie che non fossero popolate da persone inutili: industriali, politici, religiosi, laici, volontari, parenti, gente comune... tutte nascondono al loro interno un'ampia percentuale di persone egoiste ed ipocrite che non lasceranno nessuna traccia nel divenire del tempo e che saranno presto dimenticate.
Non ti nascondo, comunque, che vorrei avere il tuo ottimismo... ma non mi illudo.
Un caro saluto.

Sax ha detto...

Inconsapevolmente mutiamo in visioni riflesse che hanno perso, in questo labirintico gioco di specchi che è la vita, la capacità di ritrovare la propria vera immagine

Trekker ha detto...

... o forse alcuni non la vogliono vedere la propria immagine per non essere inchiodati alla propria condizione di misera meschinità.
Ciao Sax.