Un piccolo diario che ha come filo conduttore il mio amore per la montagna e per i viaggi in genere... ma anche pensieri e riflessioni su quello che mi circonda perché il vero esploratore è colui che non ha paura di spogliarsi delle ipocrisie e aprirsi all'ignoto.

sabato 28 febbraio 2009

Neustift nella valle di Stubaital

Prima di rientrare dalla tre giorni in Alto Adige, ho fatto una puntatina in Austria e esattamente nella valle dello Stubaital. Il tempo non era un granché e pertanto la giornata invogliava ad una breve gita.

Per arrivare in questa bella valle è sufficiente attraversare il Brennero sulla statale e proseguire in territorio austriaco in direzione Innsbruck; dopo il caratteristico paese di Matrei am Brenner, sulla sinistra, è possibile notare le indicazioni per lo Stubaital.

Meta della mia gita è stata Neustift.

Secondo comune del Tirolo per estensione, si trova a circa 25 km a sud di Innsbruck, a 1.000 m. sul livello del mare. 

Nel centro del territorio comunale sorge il paese sciistico ed alpestre di Neustift con la sua monumentale chiesa di S. Giorgio. Nel 1516 fu consacrata dal vescovo di Bressanone la prima chiesa di Neustift. Nel 1768 erano iniziati i lavori per l’attuale chiesa, poiché quella originaria era ormai divenuta troppo piccola. Fu il parroco Franz de Paula Penz, uno dei più geniali architetti di chiese del tardo Barocco in Tirolo, che edificò l’imponente edificio. Nel 1812 Neustift divenne una parrocchia indipendente. Dall’esterno la Chiesa rococò di S. Giorgio ha un aspetto semplice, mentre all’interno è sfarzosa e arricchita da affreschi di pittori famosi. La Parrocchia di Neustift è, per grandezza, la seconda chiesa di paese del Tirolo. 

Nel bel cimitero annesso è sepolto il “Parroco del Ghiacciaio” Franz Senn, uno dei fondatori del Club Alpino.

Sulla parte sinistra della valle si trovano i punti panoramici più belli. Alla fine della valle si possono invece notare il grandioso gruppo Pfaffengruppe, il Mair e la Brennerspitze, a sud si ergono su un piedistallo di rocce preistoriche le torri di calco Zwölfspitz che servono a Neustift come un grande orologio solare.

Da numerosi anni Neustift è un posto conosciuto e visitato per gli sport invernali e da dove partono piste di ogni grado di difficoltà.

La sua posizione è ai piedi del ghiacciaio dello Stubai che è la piú grande area sciistica su ghiaccio dell'Austria, aperta tutto l´anno, con innevamento garantito per oltre 100 km di piste da sogno.

In una tipica casa tirolese da guardaboschi si apre il Museo Civico dove è possibile osservare il patrimonio culturale di un tempo, come ad esempio attrezzi agricoli, arnesi e utensili domestici o vecchie foto. Aperto da giugno a settembre il martedì e venerdì dalle 14.00 alle 17.00 (Museo Civico "Forsterhaus" - Kampl, Stubaitalstraße - Tel.: +43 (0) 5226 2376 – Sig. Josef Müller).

Particolarmente interessanti a Neustift sono i masi alpini, i cosiddetti “Schwaighöfe”. Questi, essendo singoli masi abitati in modo stabile, rappresentano il confine superiore dell’insediamento. Sorsero nel XII e XIII secolo, all’epoca in cui il principe regnante allontanava la popolazione in eccesso in quelle zone isolate all’interno delle valli, per coltivare le aree utilizzate già da tempo come pascoli.

Su iniziativa del parroco Eduard Niederwieser fu creato negli anni 1996/97 il sentiero di meditazione all’entrata della valle Pinnistal. Hansjörg Ranalter e Gotthard Obholzer, artisti di Neustift, scolpirono varie figure bibliche che furono collocate lungo il sentiero. Questo percorso di meditazione vuole richiamare il numero maggiore di persone, al di là di ogni confessione e ideologia, e far vivere loro la natura come creazione.

Nessun commento: