Un piccolo diario che ha come filo conduttore il mio amore per la montagna e per i viaggi in genere... ma anche pensieri e riflessioni su quello che mi circonda perché il vero esploratore è colui che non ha paura di spogliarsi delle ipocrisie e aprirsi all'ignoto.

sabato 25 ottobre 2008

A proposito di GPS

Come tutti i maschietti, odio chiedere informazioni ai passanti quando sono in giro in posti che non conosco per cui, anni fa, ho acquistato un navigatore GPS per evitare questo "problema".
Sono moderatamente soddisfatto del suo funzionamento e lo porto sempre al seguito. Tuttavia non è uno strumento perfetto. Tutto dipende dal grado di aggiornamento delle mappe caricate al suo interno. Alcune volte mi è capitato di ricevere informazioni errate soprattutto in prossimità delle nuove rotonde che oramai compaiono qua e la per l'Italia come funghi.
Oggi ho letto su Libero questa notizia che riporto integralmente:
SI FIDA DEL GPS E FINISCE IN UN LAGO
VARSAVIA - Un automobilista in Polonia si è fidato del sistema di navigazione satellitare Gps e, ignorando ben tre cartelli stradali, è finito dritto dritto dentro a un lago. E' accaduto ieri sera nella Polonia centrale dopo che un uomo alla guida di un furgone Mercedes Sprinter ha imboccato una strada chiusa di recente, perché così lo esortava a fare la voce del navigatore.
Dopo qualche centinaio di metri, la strada finiva bruscamente in un nuovo bacino artificiale, evidentemente non ancora indicato sulle mappe del Gps. Quando l'automobilista si è accorto dello sbaglio, il suo furgone era già dentro al lago e stava affondando.
Per salvare l'automobilista troppo fiducioso nella tecnica satellitare e gli altri due passeggeri che erano a bordo del mezzo è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco.
E' chiaro che questo, pur nella sua comicità, è un caso limite; tuttavia occorre non fidarsi ciecamente del GPS e prestare molta attenzione alla strada percorsa, ai segnali di pericolo e, soprattutto, non lasciarsi distrarre dallo schermo del navigatore.
Molto spesso le varie amministrazioni comunali provvedono al riordino dell'assetto urbanistico delle città che governano; in questo contesto non è infrequente che alcuni sensi unici vengano invertiti da un giorno all'altro e pertanto vi potrebbe capitare di infilarvi in qualche brutto pasticcio.
A parte questi problemi, considero il GPS una cosa eccezionale ed utilissima.
Consigli: aggiornate frequentemente le mappe digitali e tenete gli occhi incollati alla strada che percorrete.
Buon viaggio.

Nessun commento: